Lifting scrotale

Nel 2000 mi ero posto questa  domanda: un cedimento della faccia, del collo,  delle cosce o delle braccia viene normalmente corretto con l’intervento di lifting, mentre quando questo problema interessa lo scroto non esiste rimedio! Ho iniziato a documentarmi e cercare  nella letteratura scientifica, purtroppo con scarsi risultati. Cosi’ ho iniziato ad approfondire sia l’anatomia, sia la fisiologia dello scroto e suoi contenuti e nel 2002 ho realizzato il primo lifting scrotale. Con mia grande sorpresa, ho potuto constatare che il maggior numero di richieste non proveniva dagli over 60, ma dai giovani sotto i 30, anzi molti di questi hanno meno di 25 anni.

Quest’intervento è indicato quando il sacco che contiene i testicoli diventa flaccido e cede in modo vistoso e antiestetico. L’intervento si esegue in anestesia locale ambulatoriale con pronta ripresa della propria attivita’. Vedi sotto