Collo informazioni generali

Il collo è quella regione anatomica compresa tra la base del cranio posteriormente in alto e la settima vertebra cervicale posteriormente in basso. La parte anteriore e’ compresa  tra l’angolo mandibolare in alto e la fossetta del giugulo in basso.Viene suddiviso in due regioni, una sopra l’osso joide e una sotto joidea.L’aspetto che pero’ colpisce dal punto di vista estetico e’ la sua decadenza: diventa flaccido e cadente con l’avanzare degli anni. Mentre un altro aspetto antiestetico che non necessariamente e’ condizionato dall’eta’ e’ rappresentato dall’accumulo di grasso sia in maniera generalizzata sia in singoli distretti  e questo inestetismo compare spesso sia tra i giovani che gli adulti.

Collo invecchiato e lifting del collo

Il decadimento del collo spesso precede quello della faccia e non e’ difficile vedere ragazze giovani di 35 anni con il il così detto collare di Venere o un evidente cedimento della pelle. Purtroppo gli inestetismi del collo sono facili da mimetizzare con l’abbigliamento nei periodi invernali ma difficile da nascondere in estate. Questo problema e’ facilmente eliminabile con un intervento mirato di lifting al collo.  Quando invece il problema inestetico e’ dovuto all’accumulo di “cellulite”, il così detto doppio mento o collo taurino, il rimedio e’ ancora più semplice: si ricorre alla liposcultura del collo, quindi senza bisturi.

Collo invecchiato intervento e decorso

Intervento e decorso:-Indicato essenzialmente per le persone di ogni età che presentano un doppio mento importante (non correggibile con la sola liposcultura) e il collo molto segnato dalle rughe note come “collare di Venere”.

Il lifting solleva la regione del collo verso l’alto e all’indietro eliminando le rughe e il doppio mento.

Le incisioni e le cicatrici residue, restano nascoste dietro le orecchie e tra i capelli della regione occipitale.

L’intervento termina con una semplice medicazione, un bendaggio “a turbante” oppure applicando una guaina specifica.

Delle compresse fredde o borse del ghiaccio sono poste sulle medicazioni e il decorso notturno è costantemente vigilato.

Il giorno seguente si lavano i capelli con uno shampoo leggero. Il collo appare edematoso con alcune ecchimosi blu, talvolta possono comparire dei leggeri ematomi.

Per la prima settimana dopo l’intervento sono da evitare i movimenti bruschi del collo.

Dal decimo giorno il gonfiore e le ecchimosi iniziano a ridursi. Potrebbe manifestarsi una ridotta sensibilità della pelle e una sensazione di trazione sul collo.

Alla fine del primo mese la pelle avrà già una nuova tonicità. Il decorso può essere sostenuto da massaggi e linfodrenaggi ed è possibile riprendere le attività sportive. L’esposizione ai raggi solari è consigliata solo con la protezione di adeguate creme solari.

Il decorso post operatorio termina dopo circa tre settimane, ma se volete potrete iniziar a lavorare anche dopo una settimana

Collo grasso e liposcultura

La comparsa di accumuli di grasso piu’ o meno importati sul collo sono spesso presenti in giovani e adulti. La tecnica della liposcultura permette di eliminare sia l’eccesso adiposo generalizzato sul collo (così detto collo di toro), sia quello localizzato: la bosse de bison (palla di grasso dietro il collo).

E’ importante che l’indicazione sia posta correttamente: la pelle deve essere elastica e non flaccida, altrimenti bisogna intervenire associando all’intervento di liposcultura un lifting del collo.

l’intervento si puo’ eseguire in anestesia locale ed sono sufficienti uno o due buchini di 5mm, per scolpire il collo eliminando l’eccesso di adipe.

Tempo operatorio: 20’.

Dimissione immediata dopo un’ora di osservazione

Guaina contenitiva (tipo mentoniera da mantenere per circa una settimana.

Controllo e asportazione di eventuali punti in filo non riassorbibili dopo sette giorni. Il risultato sara’ evidente gia’ subito dopo l’intevento e si completa dopo qualche mese.

Ripresa lavorativa, se non vi fate problemi per la guana, anche subito altrimenti dopo sette giorni.

Se vuoi saperne di più clicca: liposcultura

Lifting del collo possibili complicanze e consigli pratici

Possibili complicanze:- Eventuali piccole rughe non eliminate con il lifting dovranno essere trattate separatamente con altre tecniche: fillers, lipofilling, laser, peeling, dermoabrasione. Ristrutturante.Infezione postoperatoria: si può manifestare con rossore o piccoli punti bianchi, la temperatura é elevata e si avverte un dolore pulsante. La terapia antibiotica è obbligatoria, mentre in alcuni casi è necessaria l’apertura della piaga con toilette chirurgica e drenaggio. Il decorso sarà più lungo e complicato e si formeranno pieghe e aderenze che scompariranno dopo qualche mese. Il risultato finale è comunque buono.Ematoma gigante: può formarsi subito dopo l’operazione o anche quattro o cinque giorni dopo e normalmente é dovuto a un vaso cauterizzato che si è riaperto per rialzo pressorio o forte emozione. Si avverte una tensione del collo. Il chirurgo provvederà ad evacuare il sangue e chiudere il vaso.Necrosi della pelle: si tratta di cute poco vascolarizzata che non ha sopportato la trazione. Gradualmente si demarcano delle placche nere.Le necrosi possono subentrare anche se l’intervento è stato eseguito in maniera corretta. In questi casi bisogna eliminare le necrosi e richiudere la pelle sana.

 
Consigli pratici:-

Una buona preparazione della pelle del volto migliorerà il decorso postoperatorio e il risultato finale. Anche se la pelle appare sana, deve sempre essere preparata con trattamenti intensivi d’idratazione cutanea almeno sette giorni prima. Il tabacco può causare delle lesioni cutanee. E’ bene smettere di fumare almeno due mesi prima di operarsi. Sospendere il consumo di zuccheri, alcolici e cioccolata nei dieci giorni che precedono l’intervento. Un eccesso di zucchero nel sangue riduce le resistenze e favorisce le infezioni mentre una sua riduzione riduce i rischi. La notte che precede l’intervento è necessario riposare bene. Se il sonno fatica ad arrivare, si può ricorrere ad un sonnifero. La mattina riservarsi una bella doccia e uno shampoo. Prima di recarsi in clinica è utile preparare per tempo un piccolo bagaglio. Da non dimenticare: XXX munirsi di foulard XXX preparare del ghiacco a casa e quindi usarlo i primi quattro girni Ripresa lavoro dopo una settimana circa   Se possibile, è meglio prevedere il rientro a casa con un accompagnatore o in taxi evitando di mettersi alla guida.

Per saperne di più consulta le informazioni importanti prima di operarsi