Dopo la liposcultura

Dopo la liposcultura: raccomandazioni dopo l’intervento.

L’anestesista dimetterà la paziente solo dopo aver constatato le sue buone condizioni di salute, e l’ affiderà a un congiunto o a una persona di fiducia. Le sarà inoltre prescritta una terapia medica, e per qualsiasi evenienza potrà tenersi in continuo contatto telefonico con un medico dell’equipe che l’ha operata.

Ed ecco le 13 raccomandazioni che andranno seguite scrupolosamente:

  1. E’ obbligatorio portare la guaina per tre o quattro settimane, in base all’età e all’importanza dell’intervento.
  2. Se sono stati messi dei punti di sutura, saranno rimossi dalla quarta all’ottava giornata.
  3. Il giorno dopo non sentirete un vero dolore, ma avrete la sensazione di aver scalato il Monte Bianco senza esservi prima allenate. Sarete impacciate nei movimenti. Se accuserete dolore potrete ricorrere ad analgesici.
  4. A seconda del vostro stato venoso, potrete notare delle ecchimosi più o meno importanti, che comunque spariranno nel giro di qualche giorno.
  5. Le caviglie e i piedi potrebbero gonfiarsi: non preoccupatevi, trattasi di una reazione normale che si risolverà dopo una settimana o al momento di togliere la guaina. Evitate di stare sedute con i piedi penzoloni, é meglio tenerli appoggiati su una sedia o su un’altra superficie rialzata. Ricordate che è preferibile camminare piuttosto che stare ferme in piedi.
  6. Dalle medicazioni potrebbe uscire del liquido rosaceo: non preoccupatevi, si tratta della soluzione che vi è stata iniettata prima dell’intervento, il flusso cesserà entro un giorno.
  7. Evitate di pesarvi: non è in chili, ma in centimetri che dovete misurare il risultato! E potreste restare deluse a causa della ritenzione idrica provocata dall’intervento. Ricordatevi che non vi siete sottoposte a una chirurgia contro l’obesità, ma vi è stata riscolpita la silhouette: soffermatevi ad ammirare le nuove forme.
  8. Non esponetevi ai raggi solari e/o a quelli UVA almeno per un mese.
  9. Non fate la doccia prima che le ferite si siano cicatrizzate (circa dieci giorni).
  10. Non sottoponetevi a trattamenti di massaggi: domandate al vostro medico quando potrete iniziare.
  11. Non adoperate vibromassaggiatori, “apparecchi con i rulli” o attrezzature simili.
  12. Evitate attività che possano compromettere la guarigione (salti, danza, corse, movimenti faticosi o bruschi).
  13. Dopo circa tre settimane, il medico vi consiglierà lo sport più appropriato al vostro fisico, nonché un trattamento specifico di Kinesiterapia: non abbiate fretta, armatevi di pazienza e non prendete iniziative personali.